lunedì 17 ottobre 2016

LIBRI A BOLOGNA > 17-23 ottobre

Settimane intense e di corsa perenne, tre lavori da incastrare, frigo vuoto, casa ridotta un disastro e mille cose da fare e da mettere in fila. Il blog un po' ne risente, un #disegniEparole in sospeso, che rischia di saltare anche questa settimana, pochissimo tempo per passare in biblioteca e libreria e ancora meno per sedersi al computer. Ma niente panico, un respiro profondo e.... via; ce la posso fare, un passettino alla volta e quello che non faccio oggi, lo farò domani! Ecco ritrovato lo spirito giusto.

La settimana appena conclusa è stata una di quelle da segnare in calendario. Da una parte l'assegnazione del Nobel per la Letteratura a Bob Dylan, che ha scatenato grandi polemiche su quanto sia appropriato e giusto dedicare un premio letterario a un personaggio del mondo musicale. Ammetto la mia sorpresa iniziale, che però si è esaurita nel giro di qualche secondo: un cantautore non gioca forse con le parole, con la loro armonia, i significati e i suoni, al pari di un poeta? E Dylan mi sembra che l'abbia sempre fatto in modo a dir poco egregio, no? Quindi perché perdersi in sterili polemiche? 
Dall'altra parte, ovviamente, la morte di Dario Fo, che proprio 19 anni fa riceveva lo stesso Nobel che quest'anno è toccato a Dylan. E, se non sbaglio, anche allora non furono poche le polemiche relative a quel premio, assegnato a un giullare, a un commediante, di cui i più ignoravano l'attività drammaturgica preziosa e intensa. Io ricordo bene quando, a 3 o 4 anni, mia madre mi portava già a teatro ogni volta che passava da Bologna, sicura che qualcosa sarebbe arrivato anche a me. E qualcosa penso proprio che mi sia arrivato e che ancora oggi io me lo porti dentro. Insomma, non a caso, appena saputa la notizia, ho pensato «Chissà quanto sarà triste mia mamma!» e ci avevo visto giusto.

Ma torniamo a questa settimana, che si apre timidamente con un solo incontro, prosegue poi con un fitto calendario, per concludersi, sabato, con Andrea De Carlo che presenta il suo ultimo romanzo alla Libreria Coop Zanichelli. Giovedì sarà poi particolarmente intenso, con un nuovo incontro di Disognando alla Biblioteca Salaborsa, Giulio Macaione che torna con il suo gustoso Basilicò e altre proposte interessanti. 
Di seguito la guida (quasi) completa di sempre!











LUNEDÌ 17/10/2016                            
ore 18.00 - Libreria Coop Zanichelli
Liberté di Maurizio Tucci (I Libi di Emil)
L'autore ne parla con Renata Ortolani
Letture di Elisabetta Simone

MARTEDÌ 18/10/2016                        
ore 18.30 - Libreria Coop Ambasciatori
Volevo solo andare a letto presto di Chiara Moscardelli (Giunti)
Ne parla con l'autrice Giuseppe Gagliano

MERCOLEDÌ 19/10/2016                  
ore 18.00 - Libreria Coop Ambasciatori
Ne parla con l'autore Franco Farinelli

GIOVEDÌ 20/10/2016                         
ore 17.30 - Biblioteca Salaborsa
Marco Ficarra e Marco Tamagnini di Studio Ram incontrano il pubblico
Intervengono il giornalista Alberto Sebastiani, Andrea Occardi, Otto GabosSara Colaone e altri autori e fumettisti
L'evento fa parte della rassegna Disognando

ore 18.00 - Libreria Coop Ambasciatori
In te mi specchio. Per una scienza dell'empatia di Giacomo Rizzolatti e Antonio Gnoli (Rizzoli)

ore 18.00 - Libreria Feltrineli P.zza Ravegnana
A due passi dalla meta di Francesca Sanzo (Giraldi)

ore 19.00 - Senape Vivaio Urbano
Giulio Macaione, mostra con accompagnamento musicale a cura di Green Everywhere
** Leggi la recensione di Basilicò.

ore 21.00 - Libreria Modo Infoshop
L'autrice ne parla con il giornalista Giovanni Monforte

VENERDÌ 21/10/2016                         
ore 18.00 - Libreria Trame
La terapia del dolore di Marco Proietti Mancini (Historica)
L'autore ne parla con Marilù Oliva

ore 18.00 - Libreria Feltrinelli P.zza Ravegnana

ore 19.00 - Libreria Modo Infoshop

SABATO 22/10/2016                           
ore 11.30 - Libreria Trame
Alla pari di Claudia de Lillo (Einaudi)
Ne parla con l'autrice Lia Celi

ore 17.30 - Libreria Coop Zanichelli
L'imperfetta meraviglia di Andrea De Carlo (Giunti)
L'autore ne parla con Antonio Franchini
Letture a cura della Scuola di teatro Galante Garrone di Bologna

Nessun commento:

Posta un commento

Commentate, commentate!!
Sono curiosissima: voi cosa ne pensate? Opinioni simili o diverse, riflessioni e pensieri sconclusionati... tutto fa brodo (come si dice dalle mie parti)... e tutto arricchisce.

Non saranno invece benvenuti messaggi di spam, offese e volgarate in generale. Scusate la precisazione. E grazie, amici lettori!!